Il progetto

Acque Tour© è il progetto di educazione ambientale sulla tematica dell’acqua promosso da Acque SpA e realizzato in collaborazione con l’associazione La Tartaruga. Il progetto, che raggiunge quest’anno la maggiore età, presenta percorsi didattici specifici per le scuole di ogni ordine e grado e per gruppi di adulti (associazioni, enti, circoli, università della terza età, etc.) dei 53 comuni della Basso Valdarno, territorio in cui Acque SpA gestisce il Servizio Idrico Integrato.

L’acqua è la risorsa naturale più preziosa per la vita sulla Terra: i cambiamenti climatici in atto, l’aumento globale dei consumi idrici, le difficoltà di approvvigionamento, i conflitti bellici, l’inquinamento e gli sprechi rendono necessario accrescere l’attenzione dell’opinione pubblica su questo bene fondamentale e limitato.

Per questo, il progetto Acque Tour ha come principali obiettivi quelli di:

• Sviluppare la consapevolezza del valore della risorsa idrica per la Terra e per l’uomo.
• Avvicinare ragazzi e adulti all’acqua come bene pubblico e il cui accesso è diritto fondamentale dell’uomo, promuovendo una corretta informazione sull’importanza della sua salvaguardia e favorendo la formazione di una coscienza ecosostenibile.
• Far conoscere, sia con lezioni in classe che con visite sugli impianti, il percorso tecnologico dell’acqua nel territorio, dal punto di presa naturale fino all’utilizzo e al successivo ritorno nell’ambiente.
• Promuovere la conoscenza della gestione del servizio idrico integrato, delle attività di potabilizzazione e controllo dell’acqua erogata in rete e per preservare l’ambiente, dell’impegno profuso nel miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del servizio.
• Favorire la diffusione di buone pratiche legate al consumo dell’acqua, reale e virtuale, al suo utilizzo razionale e consapevole, imparando a non sprecarla anche attraverso semplici attenzioni nelle abitudini quotidiane
• Incentivare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto come acqua buona da bere attraverso la conoscenza delle sue caratteristiche, dei controlli di qualità a cui è sottoposta
• Introdurre il tema dei cambiamenti climatici, delle cause che li generano e di come impattino sulla risorsa idrica e sul pianeta.

• Sviluppare la capacità di formulare ipotesi e verificarle
• Imparare a cogliere relazioni e collegamenti tra i fenomeni
• Saper affrontare gli argomenti dal duplice punto di vista locale e globale
• Scegliere stili di vita responsabili e sostenibili nel rispetto della risorsa idrica
• Comprendere il concetto di interdipendenza tra individuo e ambiente

Al fine di valorizzare gli aspetti conoscitivi, cognitivi, emotivi e relazionali dei percorsi proposti dal progetto, le metodologie adottate saranno quelle del learning by doing. Tali modalità consentono di motivare gli allievi e renderli protagonisti consapevoli e responsabili del processo di apprendimento. Ne citiamo alcune:

  • brainstorming e mappe concettuali;
  • laboratori di gruppo;
  • ricerca-azione partecipata;
  • attività laboratoriali;
  • attività teatrali;
  • lezioni frontali;
  • problem solving;
  • peer education;
  • open space technology;
  • osservazioni e verifica diretta durante la visita agli impianti e le uscite sul territorio.

PER I PIÙ PICCOLI (Scuola Infanzia e classi I e II della Scuola Primaria): attività a carattere ludico-didattico con percorsi teatrali, sensoriali, ludico-scientifici e tecnologici.
PER I PIÙ GRANDI (classi III, IV, V della Scuola Primaria, Scuola Secondaria I e II grado, gruppi di adulti): incontri in aula e attività laboratoriali/creative, differenziati e mediati a seconda della fascia di età coinvolta, su ciclo tecnologico, consumo consapevole, esperimenti scientifici, aspetti storici.

Inoltre, tutte le classi potranno effettuare visite guidate condotte da esperti operatori nelle strutture della rete idrica di Acque SpA:

PERCORSI STORICO- NATURALISTICO-TECNOLOGICI
• Acquedotto storico di Asciano Pisano
• Fontane Storiche di Pisa
• Sorgente Badia di Cascine di Buti
• Centrale di Caldaccoli (San Giuliano Terme)
• Centrale di San Lorenzo (Pescia)
• Centrale Troscia (Vinci)

CENTRALI IDRICHE
• Centrale di Bientina
• Centrale di Montecalvoli (Santa Maria a Monte)
• Centrale La Rosa (Terricciola)
• Centrale di Paganico (Capannori)
• Centrale di Empoli
• Centrale Baccana (Certaldo)

IMPIANTI DI DEPURAZIONE
• Depuratore di Cascina
• Depuratore di Tirrenia (Pisa)
• Depuratore di San Iacopo (Pisa)
• Depuratore di Pisa sud (Pisa)
• Depuratore di Oratoio (Pisa)
• Depuratore di Pontedera
• Depuratore di Cascine di Buti (Buti)
• Depuratore di Cambiano (Castelfiorentino)
• Depuratore di Pagnana (Empoli)
• Depuratore di Uggia (Monsummano Terme)

Oltre alla visita agli impianti di Acque SpA, le gite guidate – della durata di un’intera giornata, adatte sia agli studenti che agli adulti – consentono la scoperta delle peculiarità storico-ambientali del territorio in cui sono collocati attraverso visite a musei, escursioni naturalistiche ecc.
I percorsi in classe e le uscite didattiche sono organizzati dall’Associazione La Tartaruga con personale esperto, qualificato e appositamente formato.

Il progetto prevede un pacchetto di 300 interventi gratuiti, reso possibile dal sostegno di Acque SpA. Per una migliore distribuzione del progetto nelle scuole dei 53 comuni del Basso Valdarno, sono state individuate 5 aree, a ciascuna delle quali è stato assegnato un numero di interventi gratuiti, proporzionale al numero di istituti comprensivi e dei comuni coinvolti. Inoltre,
è stato definito un tetto massimo di adesioni pari a 15 interventi ad istituto comprensivo, 8 interventi a circolo didattico, 5 interventi ad istituto secondario di II grado.
Resta prioritario l’ordine di arrivo delle adesioni, fino al raggiungimento del pacchetto gratuito riservato ad ogni area. Per favorire la conoscenza del ciclo tecnologico dell’acqua, che risulta fra gli obiettivi del progetto, Acque SpA ha deciso di riservare per ogni zona un numero minimo di interventi gratuiti alle visite agli impianti, riconoscendo così ai percorsi con visita una certa priorità. Per tale motivo le sez/classi che sceglieranno il percorso con visita saranno tenute ad effettuare l’uscita, pena l’annullamento dell’adesione.
Di seguito sono elencati gli interventi previsti per ciascuna area:

AREA LUCCHESE (Altopascio, Capannori, Montecarlo, Porcari, Villa Basilica): 35 interventi (dei quali 5 visite)

AREA EMPOLESE-VALDELSA (Empoli, Capraria e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Vinci, Fucecchio, Gambassi Terme, Montaione, Montelupo F.no, Montespertoli, Poggibonsi, San Gimignano): 65 interventi (dei quali 10 visite)

AREA VALDERA-VALDARNO INFERIORE (Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Castelfranco di Sotto, Chianni, Crespina Lorenzana, Fauglia, Lajatico, Montopoli in Valdarno, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, Santa Maria a Monte, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Terricciola): 80 interventi (dei quali 15 visite)

AREA PISANA (Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano, Calci, Cascina, Vicopisano): 70 interventi (dei quali 15 visite)

AREA VALDINIEVOLE (Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Marliana, Monsummano Terme, Pescia, Pieve a Nievole, Uzzano): 50 interventi (dei quali 10 visite)

Le gite guidate – fino ad un massimo di 5 e una per ciascun area – prevedono un contributo da parte delle scuole per l’ingresso ai musei, ai laboratori o per eventuali servizi aggiuntivi. Inoltre, per visite e gite guidate, l’organizzazione del trasporto è di competenza diretta della scuola.

A seconda del percorso prescelto, insegnanti, studenti e gruppi organizzati riceveranno del materiale didattico di supporto come pubblicazioni ludico-didattiche, depliant e gadget.

Per aderire ai percorsi Acque Tour è necessario compilare il modulo di prenotazione online, UNO PER OGNI SEZIONE/CLASSE, disponibile su www.acque.net/acque-tour e su www.latartarugaonline.it/progetto/progetto-acque-tour, attivo dalle ore 7.00 del 19 settembre 2019 alle ore 24.00 del 26 settembre 2019. Al momento della prenotazione l’insegnante dovrà avere a disposizione le seguenti informazioni:
• DATI SCUOLA (nome, indirizzo, telefono, istituto di riferimento, etc)
• DATI INSEGNANTE REFERENTE
• SEZ/CLASSE
• NUMERO ALUNNI
• PERCORSO PRESCELTO (percorso di 1 h, percorso di 2 h con visita, percorso di 2 h senza visita, solo visita, gita)
• MESE DI PREFERENZA.
A partire dal 12 settembre sarà disponibile sul sito de La Tartaruga www.latartarugaonline.it un fac simile del modulo di prenotazione.
Una volta inviato il modulo online, l’insegnante riceverà una notifica via e-mail di avvenuta ricezione della richiesta. Il messaggio tuttavia NON CONFERMA LA GRATUITA’ DEL PERCORSO, MA SOLO CHE IL SISTEMA HA RICEVUTO LA VOSTRA ADESIONE.

Presentazione-PROGETTO-ACQUE-TOUR-2019-2020-CON-FAC-SIMILE-MODULO-PRENOTAZIONE-ON-LINE.ppt

La partecipazione gratuita al percorso prescelto sarà convalidata dalla segreteria dell’associazione esclusivamente attraverso una notifica via e-mail indirizzata alla segreteria dell’istituto comprensivo e all’insegnante referente, in data successiva alla chiusura della fase di adesione al progetto.
A tutte le richieste pervenute sarà comunque data puntuale risposta per e-mail. Successivamente gli insegnanti, che saranno rientrati nei percorsi gratuiti, dovranno completare l’adesione inviando i moduli riferiti al percorso concordato.
Nel caso si presenti una situazione in cui due classi parallele aderiscano al progetto e solo una riesca a rientrare nel percorso gratuito, da questo anno scolastico non sarà possibile individuare soluzioni alternative (del tipo accorpamento classi o suddivisione ore tra le due classi).

Tra i moduli ricevuti dal sistema on line saranno annullati:
a) quelli che non sono correttamente compilati e più precisamente presentano:
• nome della scuola errato
• recapiti della scuola errati
• comune/provincia della scuola errati
• istituto di riferimento della scuola errato
• sez./classe indicata in modo errato e non identificabile
b) sono doppi per una stessa sezione/classe con nominativo insegnante diverso o uguale, dal momento che può essere inviato solo un modulo per ogni sezione/classe. In questo caso sarà accettato solo il primo, in ordine di arrivo, se debitamente compilato
NB: NON SARANNO ACCETTATE MAIL CHE SEGNALANO ERRORI DI COMPILAZIONE DAL MOMENTO CHE I MODULI, NON CORRETTAMENTE COMPILATI, VERRANNO IMMEDIATAMENTE ANNULLATI!

Buona da bere è un premio riservato alle scuole e istituito nell’ambito di Acque Tour. Promuove la realizzazione di elaborati sul tema dell’acqua e della risorsa idrica a partire dalle del progetto e dai contenuti dei percorsi didattici. Sono ammesse le più svariate forme espressive: disegni, testi, composizioni, cartelloni, presentazioni digitali, prodotti audiovisivi, modellini etc. I lavori delle classi dovranno pervenire presso la segreteria de La Tartaruga tramite posta elettronica, o posta ordinaria, o a mano, entro e non oltre il 30 aprile 2020. Le tre classi designate vincitrici, una per ciascun ordine scolastico, saranno premiate in occasione della festa conclusiva di Acque Tour. I premi consistono in buoni-acquisto, del valore di 300€ ciascuno, messi a disposizione da Acque SpA per l’acquisto di materiale didattico da utilizzare entro il 31 dicembre 2020.

Acque Tour terminerà l’anno scolastico con una festa conclusiva che si svolgerà venerdì 22 maggio 2020, aperta a tutte le classi partecipanti al progetto ed a Buona da Bere presso il Teatro Era di Pontedera. Per l’occasione, oltre alla premiazione dei vincitori di Buona da Bere, sarà allestita una mostra con i lavori inviati dalle scuole, saranno organizzate attività ludicodidattiche e spettacoli a tema. A tutti i partecipanti saranno consegnati gadget offerti da Acque SpA e attestati di merito.
Le classi interessate a partecipare dovranno compilare ed inviare il modulo di adesione, disponibile su ww.acque.net/acque-tour e firmare la liberatoria per il consenso al trattamento di immagini e di video per scopi di promozione dell’azienda.


Immagini delle edizioni passate